Hotel Bluebay Colle della Trinità Perugia - Bluebay Perugia
01 Quando?
02 Chi?
03 Prenota!
Check in

Check out

Adulti

Bambini

 

Hotel Bluebay Colle della Trinità Perugia

2_hallA pochi km dalla città di Perugia immerso nel verde, in posizione panoramica l’hotel è un luogo rilassante e silenzioso dove trascorrere un soggiorno in pieno relax. Entrando nella hall potete subito godere di un vista mozzafiato su Perugia, Assisi,  Monte Subasio e Monti sibillin;  il verde in primavera e i caldi colori autunnali regalano un panorama diverso per ogni stagione.

gazebo2_1920pxLe camere dotate di tutti i confort assicurano un  riposo rigenerante  ai nostri ospiti che potranno gustare  la colazione,  varia e abbondante, nella accogliente sala arredata con gusto o, durante la bella stagione, nella terrazza panoramica da dove si gode la meravigliosa vista che contraddistingue la nostra struttura.

5bar_800px

Il ristorante il Colle offre piatti preparati con materie prime sceltissime che reinterpretano la tradizione,  per un viaggio enogastronomico tra i sapori dell’Umbria, famosa per i suoi salumi e formaggi e per la carne,  regina della cucina popolare;  gli amanti del pesce  potranno scegliere tra  una selezione di  piatti di pesce freschissimo con  tutto il profumo e il sapore  del Mar Mediterraneo.

6piscina2_800pxNelle ore più calde la nostra piscina regala refrigerio e riparo dall’afa, in un ambiente riservato e rilassante.

La posizione dell’ hotel lo rende ideale per visitare le bellezze dell’Umbria e della Toscana, ma  se preferite restare nei paraggi della struttura a pochissimi chilometri si trova uno dei borghi più belli dell’ Umbria: Corciano, un incantevole borgo medievale i cui potrete… “

 

“… girare per queste viuzze ritorte e assurde.corciano_borgo
Comprese entro casette fasciate di tempo
e d’umiltà. Cogliere l’idillio che ad ogni passo
nuovamente sboccia tra pietra e fiore.
Sostare qua e là nei brevi improvvisi slarghi
a contemplare la sorpresa d’uno scorcio
scenico che si direbbe creato
da una fantasia di finezza impensabile…”

            – Averardo Montesperelli –

            VIAGGIO IN UMBRIA 1963